La Tredicesima Porta

Rosso Cardinale

di suor Maria Chiara (dal Resto del Carlino)

Rosso di sera bel tempo si spera!

Il nostro Vescovo Matteo Maria Zuppi, con la Sua nomina a Cardinale (di rosso vestito) ci rimette in movimento e ci aiuta ad alzare lo sguardo. Notizia che suscita anche un po’ di timore: non è che il suo vorticoso (e generoso) girare ed incontrare tutti ulteriormente subirà un’accelerazione?

Alzare lo sguardo verso il cielo e verso Dio, per poi riguardare la realtà e le persone in modo più penetrante e luminoso.

Come stare nel presente e nel “qui e ora” senza perdere l’infinito? e come volgere l’animo all’infinito senza perdere la presenza piena nel breve tempo che ci è dato da vivere e dentro le concretissime quotidiane vicende?

Potremmo dire che questa positiva tensione anima e spinge la vita del consacrato/a, di chi si sente chiamato a fare della sua persona e del suo vivere una continua offerta, un continuo esserci e vivere per gli altri.

Allora il colore rosso oltre che farci alzare lo sguardo, fa pensare anche al cuore, alla passione, all’energia che pulsa dentro il nostro respiro, respiro continuamente ricevuto e che non possiamo trattenere senza soffocare… però sempre può essere ridato per qualcuno, trasformato per fare del bene, per tessere reti di amicizia, di benevolenza, di cura, di amore.

Segno il colore rosso cardinalizio anche del martirio, di chi cioè è chiamato a testimoniare l’amore fino alla fine; fino a non difendere la propria vita ed il proprio corpo pur di dire e fare del bene, pur di dire che Gesù c’è, anche nell’esperienza di morire se è per amore.

È l’amore la forza che deve sostenere, illuminare ed orientare il servizio di chi è scelto a governare nella Chiesa. Forza che sempre ha bisogno di essere alimentata con la preghiera, perché l’amore noi non lo creiamo ma lo riceviamo e lo possiamo solo trafficare per farlo moltiplicare, fruttare!

Grazie don Matteo che con il rosso ci ricorderai tante cose buone per la nostra vita, preziose per nutrire l’anima e rinfrancare il cuore mentre camminiamo e ci spendiamo nelle nostre vite.

sorellamariachiara@gmail.com